San Marino

De la Viquipèdia, l'enciclopèdia lliure.
Saltar a la navegació Saltar a la cerca
Nota de desambiguació.svg Desambiguació : si busqueu altres significats, consulteu San Marino (desambiguació) .
República de San Marino
República de San Marino - Bandera República de San Marino - Escut d'armes
( detalls ) ( detalls )
( LA ) Libertas
( IT ) Llibertat
República de San Marino: ubicació
Dades administratives
Nom complet República més serena de San Marino
Nom oficial República més serena de San Marino
Idiomes oficials Italià
Altres idiomes Romanya
Capital Ciutat de San Marino.JPG Ciutat de San Marino (4 054 [1] hab. / 31-10-2020)
Política
Forma de govern República parlamentària diarquica
Capitans
regents
Gian Carlo Venturini
Marco Nicolini
Independència 3 de setembre de 301 (tradicional)
1291 (reconegut) [2]
Entrada a l’ ONU 2 de març de 1992
Superfície
Total 61,19 km² ( 231º )
% d'aigua insignificant
Població
Total 33 909 hab. (03-09-2020) ( 190º )
Densitat 546,20 habitants / km²
Índex de creixement 0,74% (2017) [3]
Nom dels habitants Ciutadans de San Marino
Geografia
Continent Europa
Fronteres Itàlia
Jet lag UTC + 1
Economia
Moneda Euro [4]
PIB (nominal) 1.591 milions de dòlars [5] milions ( 2019 ) ( 172º )
PIB per càpita (nominal) 47 230 $ (2019) ( 15è )
PIB ( PPP ) 2 072 milions de dòlars (2019) ( 171º )
PIB per càpita ( PPP ) 61 575 $ (2019) ( 11è )
Diversos
Codis ISO 3166 SM , SMR, 674
TLD .sm
Prefix tel. 0549 [6]
+378 [7]
Autom. RSM, SMR (des del 2004 )
himne nacional Himne nacional de la República de San Marino
festa nacional Festa de San Marino i la fundació de la República (3 de setembre)
República de San Marino - Mapa
Targeta administrativa de San Marino
Evolució històrica
Estat anterior Vexiloide de l’Imperi Romà.svg Imperi Romà (tradicional)
Bandera dels Estats Pontificis (anterior al 1808) .svg Estat papal (reconegut)

Coordenades : 43 ° 56 'N 12 ° 28 ' E / 43.933333 ° N 12.466667 ° E 43.933333; 12.466667

Logo blanc de la UNESCO.svg Ben protegit per la UNESCO
Monte Titano i el centre històric de la ciutat de San Marino
Patrimoni Mundial de la UNESCO logo.svg Patrimoni de la Humanitat
Fortalesa de Guaita 19-09-2013.jpg
Paio Cultural
Criteri (III)
Perill no està en perill
Reconegut des de 2008
Targeta UNESCO ( EN ) Mount Titano and City of San Marino Historic Centre
( FR ) Full

San Marino (en dialecte de San Marino : San Marèin o San Maroin ), oficialment Serenissima Republic of San Marino , sovint abreujat com a República de San Marino , és un estat sense litoral del sud d'Europa situat al nord-centre de la península italiana , a la frontera entre les regions italianes d' Emília-Romanya ( província de Rimini ) i les Marques ( província de Pesaro i Urbino ).

Amb una extensió territorial de 61,19 km² , poblats per 33 909 habitants [8] , que, sumats als residents no residents, arriben a gairebé 35.000 unitats [9] , és un dels menys poblats entre els estats membres del Consell d'Europa i de les Nacions Unides . La capital és la ciutat de San Marino , la llengua oficial és l' italià i els habitants es diuen San Marino. El castell més poblat és Serravalle , que ara ha superat el llindar dels 11.000 habitants. Des de 2008, el centre històric de la ciutat de San Marino i el mont Titano han estat inclosos per la UNESCO entre els llocs del patrimoni mundial [10] com a "testimoni de la continuïtat d'una república lliure des del segle XIII ". [11]

Geografia física

Territori

Icona de la lupa mgx2.svg El mateix tema en detall: Geografia de San Marino .

San Marino és el tercer estat més petit d’ Europa i és un estat sense litoral . San Marino és un estat situat a Itàlia , entre Emília-Romanya ( província de Rimini ), al nord , oest i est , i les Marques ( província de Pesaro i Urbino ), al sud . El seu territori té forma de quadrilàter irregular amb un relleu predominantment muntanyós a excepció del mont Titano , que és alt 750 m i consisteix en una massissa llosa de pedra calcària de gres que es remunta al Miocè [12] .

La República de San Marino inclou l'alta vall d' Ausa , la banda esquerra de l'alta vall Marano i gairebé tota la vall del riu San Marino , afluent del Marecchia .

Clima

Segons la classificació climàtica de Köppen, el clima és temperat amb una manca d’estació seca i un estiu molt calorós (CFA). Amb el sistema de climogrames de Walter i Lieth, en canvi, es posa de manifest un període de subaridesa estival de dos mesos (juliol i agost), propi dels climes submediterranis. El clima és suau, amb estius calorosos i hiverns frescos. Les precipitacions nevades poques vegades es registren a cotes més baixes, mentre que a les zones més altes són comunes a tots els hiverns, i en alguns casos també abundants. Temperatures mitjanes estiuenques entre 20 ° C i 30 ° C , amb pics de 35 ° C , a l'hivern entre 0 ° C e +14 ° C.

Història

Les muralles de la ciutat de San Marino
Detall de l'arc
Vista del castell i de la Rocca Guaita

Prehistòria

La prehistòria de San Marino abraça un període que comença des del neolític , de fet la troballa més antiga és un martell de pedra segons radiocarboni que data del 5000-4000 aC trobat a San Giovanni sotto le Penne , curació de Borgo Maggiore . Una destral de bronze trobada a Casole , curació de la ciutat de San Marino es remunta a l’edat del bronze (2000 aC). Moltes restes trobades a la República es remunten a la cultura villanovana, les urnes cineràries i les restes de testos de terracota es van trobar a Castellaro di Città . Malauradament, durant la construcció de la torre que va donar nom a la curació, la ceràmica es va llançar a la riera de Rio San Marino .

Edat antiga i primera edat mitjana

Icona de la lupa mgx2.svg El mateix tema en detall: diaca de San Marino , Tresor de Domagnano i Placito Feretrano .

La independència de la República té orígens molt antics, tant que San Marino és considerada la república més antiga del món que encara existeix. [13]

Independència (tradicional)

La tradició remunta a la seva fundació al 3 de setembre del 301 dC, quan San Marino , un picapedrer dàlmata de l’ illa de Rab que va fugir de la persecució dels cristians de l’emperador romà Dioclecià , va establir una petita comunitat cristiana a la muntanya Titano , la més alta de set turons sobre els quals s’aixeca la República. La propietària de la zona, una dona rica de Rímini , Donna Felicissima, va donar el territori del mont Titano a la petita comunitat que el va anomenar, en memòria del fundador, "Terra de San Marino". Abans de morir, segons la llegenda, San Marino hauria pronunciat la següent frase als seus seguidors:

( LA )

" Relinquo vos liberos ab utroque homine "

( IT )

"Et deixo lliure dels dos homes"

o "et deixo lliure de l'Emperador i del Papa", un sobirà de l' Imperi , l'altre guia de l' Església . Aquestes paraules són el fonament de la independència de la República, com ho demostra el document d'un judici per la no recaptació d'impostos celebrat el 1296 (uns mil anys després de la mort del sant) al convent de Valle Sant'Anastasio:

“No paguen perquè mai no van pagar. Va ser el seu sant qui els va alliberar "

( LA )

"Tender nemini"

( IT )

"No depengueu de ningú"

En aquest document, trobat en un convent franciscà de Frati Minori a Sant'Igne, es certifica que San Marino està, com San Leo , Talamello i Maiolo , exempt de tributació, amb la diferència que en els darrers tres llocs un senyor mana postulats l'exempció d'impostos com a privilegi, mentre que a San Marino és la comunitat qui reclama l'exempció com a dret procedent del manament de San Marino.

Baixa Edat Mitjana i Renaixement

Icona de la lupa mgx2.svg El mateix tema en detall: Malatesta .

A partir de l'any 1000 , l'autogovern es va confiar a l'assemblea de tots els caps de família, anomenada Arengo . Els arengo posseïen tots els poders, legislatius, executius i judicials, que anteriorment estaven en mans de l'abat feudal. Tanmateix, el creixement de la mida de la comunitat va fer que un òrgan de presa de decisions tan gran fos manejable: així, es van crear assemblees polítiques al segle XIII (el Consell de la LX i el Consell del XII).

L’ estat de l’Església , a través de l’obra del papa Nicolau IV , va reconèixer la república el 1291 . El 1320 s'hi va unir el castell de Chiesanuova . El 1351 , després que el bisbe de San Leo i Montefeltro l’ haguessin alliberat dels vincles feudals, San Marino es va convertir en un municipi lliure.

El territori va romandre limitat al mont Titano fins al 1463 , quan la República va entrar a la coalició que va derrotar el senyor de Rimini , Sigismondo Pandolfo Malatesta ( guerra de San Marino ). Com a recompensa, el papa Pius II va cedir les ciutats de Domagnano , Fiorentino , Montegiardino i Serravalle a San Marino. El mateix any, la ciutat de Faetano va sol·licitar i va obtenir l'annexió a la República. Posteriorment, les fronteres de l’Estat ja no han sofert canvis.

El 1243 es va introduir la figura dels capitans regents que exercien les funcions de caps d'Estat : el primer dels quals tenim notícies (però algunes fonts suggereixen que hi havia precedents) van ser Oddone Scarito i Filippo da Sterpeto . Elegits pels Arengo, van gestionar el poder executiu i judicial. Les primeres lleis es remunten al 1263 . Al segle XV es va crear el Gran i General Consell , format per seixanta membres de l’Arengo, al qual es delegaren algunes prerrogatives de l’assemblea. Els nous òrgans institucionals van anar absorbint la majoria de les prerrogatives d’Arengo. Aquest darrer, tot i que mai no va ser abolit oficialment, sinó buidat de les seves funcions, ja no va ser convocat a partir del 1571 i fins al 1906 .

Edat moderna

Icona de la lupa mgx2.svg El mateix tema en detall: ocupació alberoniana .
Estatuts del 1600

El 8 d'octubre de 1600 es va promulgar la primera Constitució escrita, la Leges Statutae Sancti Marini , a la base de les fonts de la llei de San Marino juntament amb la llei electoral dels anys trenta. Més tard es va produir un procés de deteriorament de les institucions: el Gran Consell General , lliure de qualsevol forma de control, es va convertir en un instrument per a la realització dels interessos d'un nombre cada vegada menor de famílies patricies. De fet, el Consell va deixar de ser elegit pels Arengo, però es va renovar per cooptació . A principis del segle XVII es va establir un acord de protecció amb l’ Estat de l’Església .

La independència del petit estat s’ha posat en perill diverses vegades: en tota la seva història, San Marino ha patit tres breus ocupacions militars. El 1503 Cesare Borgia va ocupar la República durant deu mesos fins a la mort del seu pare, el papa Alexandre VI . Posteriorment, el 1739 , l’ intent d’annexió a l’Estat de l’Església per part del cardenal Alberoni , que fracassà gràcies a la intervenció dels poders de l’època, la desobediència civil i religiosa -en particular de les clarisses- i les protestes davant el papa Climent XII. . L'última ocupació del país va tenir lloc el 1944 per les tropes alemanyes en retirada i la República Social Italiana i, posteriorment, pels aliats, que van ocupar-lo durant tres mesos.

L'estat va ser reconegut per la França de Napoleó el 1797 i per altres països europeus al Congrés de Viena el 1815 . El mateix Napoleó , en senyal d’amistat i fraternitat amb els ciutadans de la República, va oferir als ciutadans de San Marino estendre les seves fronteres fins al mar . La proposta, amb una gran previsió política, va ser rebutjada educadament i en la carta de resposta el regent Antonio Onofri afirmava que "la República de San Marino, feliç amb la seva petita grandària, no gosa acceptar la generosa oferta que se li fa ni entrar en punts de vista de l'ampliació ambiciosa que amb el temps podria comprometre la seva llibertat "; això va permetre que la República no fos assimilada com a aliada de França al Congrés de Viena .

El segle XIX

Icona de la lupa mgx2.svg El mateix tema en detall: Giuseppe Garibaldi i la República romana (1849) .
El 1849 , després de la caiguda de la República Romana, Giuseppe i Anita Garibaldi fugiren trobaren refugi a San Marino

Per obtenir informació sobre els Estatuts de San Marino al segle XIX, vegeu el text: Leges statutae Reipublicae Sancti Marini , publicat a Forlì el 1834 [14] .

Durant el Risorgimento, San Marino va constituir un refugi segur per a molts dels personatges que van participar en els aixecaments d'aquells anys, en què també van participar alguns ciutadans de San Marino. Durant els esdeveniments que van conduir a la unificació d’Itàlia , afortunadament, San Marino va assumir un paper fonamental per a Giuseppe Garibaldi, que va trobar refugi a la muntanya Titano quan, el 1849 , en un intent d’arribar a Venècia , es va trobar envoltat de quatre exèrcits a Macerata Feltria .

Garibaldi va demanar al Gran i General Consell que passés per San Marino. Al principi la sol·licitud va ser rebutjada; posteriorment es va reiterar, però sense esperar resposta, Garibaldi va creuar les fronteres amb els 1.500 homes restants i va presentar personalment una sol·licitud d'asil. Un dels capitans regents , Domenico Maria Belzoppi I -que era liberal i Carbonaro i va ser empresonat després dels disturbis de Rimini el 1845- li la va concedir a canvi de garantir la independència i la defensa del petit estat dels enfrontaments armats.

Més tard, San Marino va continuar donant suport als refugiats i donant suport a les revoltes, tot i que en un clima de sospita per part de l'Estat papal i d' Àustria . Els dos països van planejar una ocupació armada per qüestionar la llibertat de la república. Gràcies a la intervenció de la França de Napoleó III , aquest intent va fracassar. De fet, el 1853, el secretari general de la República, Gian Battista Bonelli , va ser assassinat per un grup democràtic [15] .

Amb la unificació d'Itàlia es va deixar de perillar la invasió per part dels estats estrangers. Un "Tractat d'amistat" signat el 22 de març de 1862 i revisat el 1939 i 1971 garanteix la independència de la República, el bon veïnatge i afavoreix les relacions comercials. Les revisions van establir una unió duanera i una contribució anual garantida per Itàlia .

A partir de la segona meitat del segle XIX, algunes elits culturals van defensar un projecte de reforma per a la modernització d’una societat agrícola, fortament conservadora i endarrerida des del punt de vista cultural i econòmic.

Alguns signes de la transformació socioeconòmica es poden trobar en la creació del registre de la propietat el 1858 , en l’obertura d’un nou hospital el 1865 , en la racionalització del sistema postal i el llançament del servei telegràfic el 1880 , al promulgació d'un nou codi penal que excloïa la pena de mort el 1865 . Tot i així, el 1880 es va reforçar el sector educatiu amb la contractació de molts professors, el 1876 ​​es va fundar la Societat d’ajuda mútua per ajudar la petita classe obrera, que el 1882 va promoure la creació de la Caixa d’Estalvis.

Tanmateix, l’economia de San Marino va romandre fortament subdesenvolupada, dominada per una agricultura ineficient que donava feina a més del 80% de la població, mentre que els artesans, els treballadors, els comerciants tenien al voltant del 10% i, essencialment, no tenien activitats industrials, amb una elevada taxa d’atur. Per aquestes raons, es va iniciar una forta emigració als Estats Units , França , Suïssa i el Brasil durant les dues darreres dècades del segle.

Segle vint

Icona de la lupa mgx2.svg El mateix tema en detall: el feixisme a San Marino .

El 1906, una revolució pacífica va restablir l'electivitat dels membres del Gran Consell General . El 25 de març es va convocar l' Arengo per decidir si mantenia el poder en mans del Consell controlat per l'oligarquia i si la composició del Consell havia de ser proporcional entre els habitants del camp i la ciutat. 805 de 1054 caps de família van participar a l’Arengo. Després de l’Arengo, el 5 de maig de 1906 es va aprovar una llei electoral que preveia la renovació del Consell per un terç cada tres anys i posava fi al control oligàrquic.

El calendari de San Marino

La República de San Marino, en els documents oficials interns, explica els anys des de la fundació de la República. Per tant, segons aquest calendari, l'any comença el 3 de setembre i acaba el 2 de setembre de l'any següent. En les relacions internacionals utilitza la data en doble format, indicant les inicials dFR (de la fundació de la República).

Exemples :

  • Ciutat de San Marino, 22 d'abril de 2005 - 1704 dFR
  • Serravalle, 3 de setembre de 2005 - 1705 dFR

En esclatar la Primera Guerra Mundial, Itàlia va mostrar una actitud hostil i sospitosa cap a San Marino, tement que la República pogués oferir protecció als desertors i exercís així un control sensible. No obstant això, a la societat les posicions neutralistes, representades pel partit socialista, van sucumbir a les intervencionistes. Van portar alguns voluntaris de San Marino a allistar-se a l’exèrcit italià i a establir un hospital de campanya de San Marino al front Vèneto-Friuli: una estructura mòbil, que d’octubre de 1917 a desembre de 1918 va canviar sis posicions entre Monfalcone, Treviso, Mestre i Gorizia i va acollir més de 3.000 persones, inclòs Ernest Hemingway , aleshores segon lloctinent de l'exèrcit nord-americà ferit per un obús de morter. Un suport particular per a la guerra va venir de la retòrica de la redempció de Rab , el lloc de naixement del Sant Marí. Per aquestes raons, Àustria va congelar les relacions diplomàtiques, acusant la República de trencar la neutralitat.

Si abans de la guerra la situació econòmica era estable també gràcies a l’augment de la contribució que pagava Itàlia , durant el conflicte la situació va empitjorar a causa de la inflació i l’atur. A més, la criticitat del subministrament d’aliments va sorgir a partir del 1915 : es van adoptar diverses mesures per requisar aliments i articles de primera necessitat i distribuir-los a preus polítics. Aquestes decisions van aguditzar l'oposició entre els terratinents i els socialistes.

En aquest context, els tres principals partits, socialista, democràtic (conservador) i, a partir del 1920 , popular, van demostrar ser incapaços de donar vida a un govern estable capaç de prendre iniciatives per afrontar la crisi econòmica i que empitjora. A això es va afegir una situació de malestar social, deguda tant a l’hostilitat dels feixistes italians cap a la República perquè acollia els exiliats polítics italians com al descontentament generalitzat de la població per la reforma fiscal de 1921 .

En aquest context, el feixisme va arribar al poder. El Partit Feixista de San Marino (PFS), fundat el 10 d'agost de 1922 , es va proposar com a representant de la classe mitjana limitada, formada per algunes famílies de propietaris. L'1 d'octubre es va escollir una regència feixista gràcies al suport de la majoria dels partits governants. Les eleccions polítiques de 1923 van fer que el PFS arribés al poder amb un programa similar al del partit feixista italià, amb les mateixes característiques antidemocràtiques. El partit es va caracteritzar per nombrosos episodis de violència contra membres de l'oposició d'esquerra. Aprofitant la manca de compacitat dels altres partits, el mateix any es va dissoldre el Gran i General Consell , transformant-lo en un Consell Príncep i Sobirà. El 1926 es van convocar noves eleccions en què es va presentar una llista única de candidats feixistes amb una petita representació de catòlics i es van dissoldre els altres partits. Així es va establir el règim, que va transformar l’Estat seguint el model de l’italià. La manca de cohesió interna al PFS el va obligar a buscar contínuament el suport del partit nacional feixista (italià). Així, el PNF va tenir una influència cada vegada més profunda en la política de San Marino, que va veure reduïda la seva autonomia. Als anys trenta es van iniciar obres públiques i noves iniciatives industrials i comercials, es va activar la connexió ferroviària amb Rimini i es va posar en marxa el sector turístic. Aquesta política econòmica va permetre una millora del benestar de la població i va iniciar la transformació de la societat.

El 1941 - 1942 es va organitzar un moviment antifeixista clandestí per alguns líders socialistes. Els fets del feixisme italià es van reflectir gairebé immediatament en el de San Marino. El 28 de juliol de 1943 , tres dies després de l’ensorrament del feixisme a Itàlia, es va celebrar una gran manifestació que va aconseguir obtenir la dissolució del PFS i la convocatòria de noves eleccions , prevista per al 5 de setembre. El moviment es reconstituiria com un Fascio Republicà de San Marino després de la formació de la República Social Italiana per desaparèixer definitivament el setembre de 1944 , després de dos mesos d’ocupació per part de les tropes angleses. El 1946 una cinquantena de líders feixistes locals van ser declarats culpables.

La neutralitat que va caracteritzar la República en nombroses ocasions va continuar fins i tot durant la Segona Guerra Mundial , malgrat el govern feixista, ja que San Marino es va mantenir fora del conflicte i va fer tot el possible per proporcionar asil a més de 100.000 persones desplaçades al districte durant el pas del front per la línia gòtica .

Malgrat la neutralitat, la República va ser bombardejada pels aliats el 26 de juny de 1944. Es van llançar més de 250 bombes que van danyar el ferrocarril i van matar 63 persones. Quan va sorgir més tard, es va ordenar el bombardeig després d'una informació incorrecta sobre el control alemany sobre San Marino [16] .

La segona postguerra

Icona de la lupa mgx2.svg El mateix tema en detall: Fets de Rovereta .

Després de la caiguda del feixisme , el país va ser governat per un govern que representava totes les forces democràtiques. Des de les eleccions polítiques de 1945 fins al 1957 , la República va estar governada per una coalició d’esquerres entre el Partit Comunista de San Marino (PCS) i el Partit Socialista de San Marino (PSS). Les eleccions polítiques de 1955 van confirmar la majoria parlamentària a la coalició PCS i PSS. El govern italià amb prou feines va tolerar el govern d’esquerres en plena Guerra Freda i el 1950 va bloquejar les fronteres, cosa que va dificultar el comerç i va provocar el tancament d’algunes fàbriques locals.

Mitjançant la tasca del govern social comunista, el 1950 es va establir un sistema de seguretat social que contemplava l’atenció sanitària a tots els ciutadans i la seguretat social; el 1955 es va fundar l'Institut de Seguretat Social.

El 14 d'octubre de 1957 , després dels fets de Rovereta , es va formar un govern de coalició entre el Partit Demòcrata Cristià de San Marino (PDCS) i el Partit Socialista Democràtic Independent de San Marino (PSDIS). Les següents eleccions polítiques de 1959 van confirmar la majoria dels escons parlamentaris a PDCS i PSDIS. Això va comportar la normalització de les relacions internacionals: es van pagar danys de guerra, els EUA van donar l’aqüeducte i es va signar un acord amb Itàlia per a la construcció de l’autopista. Als anys seixanta i setanta es va reconèixer alguns drets civils, inclòs el 1960 el vot per a les dones. La maggioranza sopravvisse fino al 1973 , anno in cui si formò una nuova alleanza fra il PDCS e il PSS che resse fino al 1978 . Le elezioni politiche del 1978 videro il ritorno al potere di una coalizione formata da Partito Comunista Sammarinese , Partito Socialista Sammarinese e Partito Socialista Unitario . Essa fu confermata alle successive elezioni politiche del 1983 , ma si disgregò nel 1986 .

Nel giugno del 1986 venne formata una coalizione tra democristiani e comunisti che risultò vincente alle elezioni politiche del 1988 .

La coalizione governò fino al marzo 1992 quando i comunisti, che nel 1989 avevano cambiato nome e simbolo divenendo Partito Progressista Democratico Sammarinese , furono sostituiti dai socialisti in una nuova coalizione, confermata alle elezioni politiche del 1993 .

A cavallo tra gli anni ottanta e novanta vi sono stati importanti riconoscimenti da parte della comunità internazionale. Pur essendo fortemente dipendente dall' Italia , alla quale è legato da numerosi trattati, San Marino afferma con forza la propria sovranità e indipendenza, intrattenendo relazioni diplomatiche e consolari con numerosi Paesi europei e americani. Dal 1988 San Marino è membro del Consiglio d'Europa , che ha presieduto per la prima volta nel primo semestre del 1990 . Nel 1992 è avvenuta l'adesione all' ONU . Nel febbraio 2002 è stato firmato un accordo con l' OCSE relativo alla tassazione, finalizzato a ottenere maggiore trasparenza sulle materie fiscali e bancarie, al fine di combattere l'evasione fiscale.

In seguito alle elezioni politiche del 1998 è stato confermato il governo di democristiani e socialisti, ma la continua instabilità politica portò allo svolgimento di elezioni anticipate. Le elezioni politiche del 2001 confermarono tuttavia la maggioranza PDCS/PSS, schieramento che, nel 2003 , si ampliò al Partito dei Democratici .

Le elezioni politiche del 2006 hanno visto affermarsi una coalizione di centrosinistra, guidata dal Partito dei Socialisti e dei Democratici , nato dalla fusione di PSS e PdD.

Simboli della Repubblica

La bandiera di San Marino durante una cerimonia ufficiale

Dal 21 luglio 2011 stemma e bandiera sono definiti e riconosciuti nella Legge Costituzionale 21/07/2011 n° 1 ; dal 2 settembre lo stemma è protetto a livello internazionale dal WIPO . [17]

Bandiera

La bandiera di San Marino fu adottata il 6 aprile 1862 ed è composta da due bande orizzontali di uguali dimensioni: quella superiore è bianca e quella inferiore è azzurra. Al centro della bandiera è presente lo stemma nazionale. L'azzurro simboleggia il cielo e il bianco la libertà, la quale sovrasta anche il cielo.

Stemma nazionale

Lo stemma della Repubblica raffigura il monte Titano con ben evidenti le tre rocche della capitale dello Stato, Città di San Marino : Cesta, Guaita e Montale. Ciascuna delle tre verdi cime del monte è sormontata da una torre d'argento merlata, distinta di nero e con in cima una piuma di struzzo di colore argento.

Per ornamento esteriore porta due rami divergenti di color verde: d'alloro quello posto a sinistra, di quercia quello a destra. I rami sono legati in basso da un nastro che reca la parola latina « LIBERTAS », ovvero libertà.

La corona, aggiunta con deliberazione del 6 aprile 1864, rappresenta la sovranità dello Stato, che non riconosce altra sovranità al di sopra di sé. Tale significato è enfatizzato dalle piume, da sempre un antico simbolo di libertà da vincoli.

Ordini cavallereschi

Decorazione dell'Ordine di Sant'Agata

Società

Evoluzione demografica

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Demografia di San Marino .

La popolazione ammonta a 33 785 abitanti (al 31 dicembre 2018).

La popolazione è in continua crescita: nel primo censimento del 1864 era di 7 080, nel secondo del 1874 di 7 464, nel terzo del 1899 di 9 359, nel quarto del 1947 di 12 100, nel quinto del 1976 di 12 284. Il Paese ha uno dei più elevati tassi di aspettative di vita al mondo.

La popolazione residente al 31 luglio 2012 è di 32 404 unità, 24 in più rispetto a giugno 2012 e 329 in più rispetto a luglio 2011.

La popolazione presente, che rispetto alla popolazione residente comprende anche le persone con permesso di soggiorno, è pari a 33 506 unità, 12 in meno rispetto al mese precedente e 125 in più rispetto a luglio 2011.

Struttura della popolazione per età

  • 0-15 anni: 16,7% (M: 2 482; F: 2 328)
  • 16-64 anni: 66,5% (M: 9 255; F: 9 943)
  • 65 e oltre: 16,9% (M: 2 106; F: 2 766)

Età media

  • maschi: 39,91 anni
  • femmine: 40,65 anni
  • intera popolazione: 40,29 anni

Tasso di crescita della popolazione : 1,3%

Tasso di natalità : 10,18 nati/1 000 abitanti

Tasso di mortalità : 8,07 morti/1 000 abitanti

Tasso di fecondità : 1,33 bambini nati per donna

Tasso di mortalità infantile : 4,73‰

Aspettativa di vita alla nascita : 85,4 anni

Struttura della popolazione per sesso

  • alla nascita: 1,09M/1F
  • sotto 15 anni: 1,07M/1F
  • 15-64 anni: 0,93M/1F
  • oltre 64 anni: 0,76M/1F
  • intera popolazione: 0,92M/1F

Etnie e minoranze straniere

La popolazione è composta in prevalenza da cittadini sammarinesi (85%) e italiani (10%). Gli stranieri residenti a San Marino sono in tutto 5 002.

La popolazione è quasi esclusivamente composta da nativi sammarinesi e da italiani , ma si rilevano anche persone provenienti da altre nazioni. I cittadini sammarinesi costituiscono – stabilmente – l'81% della popolazione. In lieve aumento, sia gli italiani, che si attestano al 14,9%, sia gli altri cittadini stranieri. Tra questi ultimi la comunità più numerosa è quella ucraina con 366 unità, seguita da quella rumena con 283. [18]

Sammarinesi all'estero

Il wrestler statunitense Matt Capiccioni , originario di San Marino da parte del nonno paterno, possiede la doppia cittadinanza
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Comunità di sammarinesi all'estero .

Sono circa 17 000 i sammarinesi residenti all'estero; complessivamente, i cittadini sammarinesi sono 45 231. I residenti all'estero vivono soprattutto in Italia , fra Emilia-Romagna e Marche . In tutto il mondo sono presenti comunità di sammarinesi ufficialmente riconosciute dal Consiglio dei XII , la più grande delle quali è quella di Detroit con circa un migliaio di aderenti. A tali comunità aderiscono circa 6 695 persone. Tra questi c'era il famoso cantante Little Tony , sammarinese che non chiese mai la cittadinanza italiana pur avendo sempre vissuto in Italia.

Stranieri a San Marino

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Italo-sammarinesi .

Gli stranieri a San Marino sono il 15% della popolazione, di cui i 2/3 sono italiani , così suddivisi per castello nel 2003 [19] :

Castello Stranieri
San Marino 612
Acquaviva 351
Borgo Maggiore 972
Chiesanuova 205
Domagnano 450
Faetano 180
Fiorentino 318
Montegiardino 114
Serravalle 1 800
Totale 5 002

Lingue e dialetti

L' italiano è la lingua in cui sono redatti i documenti ufficiali della Repubblica, così come quella utilizzata come mezzo d'insegnamento e dai principali mezzi di comunicazioni. In particolare in ambito domestico e nelle relazioni sociali informali è diffuso il romagnolo .

Religione

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Chiesa cattolica a San Marino .

Le principali confessioni sono le seguenti:

  • Cattolica: 97,2%
  • Protestante: 1,1%
  • Altri cristiani: 0,7%
  • Ebraica: 0,1%
  • Altro: 0,1%
  • Atea/agnostica: 0,7%
  • Nessuna risposta: 0,1%

Secondo stime del 2013, i cattolici sarebbero l'88,9% della popolazione e gli altri cristiani l'11,1% [20] .

Politica

Ordinamento dello Stato

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Politica di San Marino .
La Statua della Libertà, di Stefano Galletti

San Marino è una repubblica parlamentare [21] . San Marino ha sempre mantenuto rapporti privilegiati con l'Italia alla quale è legata da numerosi trattati e accordi bilaterali. San Marino afferma con forza la propria sovranità e indipendenza, mantenendo relazioni diplomatiche e consolari con numerosi Paesi europei e del mondo e dotandosi di autonome istituzioni.

San Marino non ha una vera e propria Costituzione scritta. L'ordinamento fa riferimento alle "Antiche Consuetudini" e agli Statuti della Repubblica risalenti al XVII secolo ; ciò che si avvicina di più alla legge fondamentale dello Stato è la Dichiarazione dei diritti del 1974 .

Istituzioni, enti e associazioni

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Istituzioni di San Marino .
Il Palazzo Pubblico è la sede delle principali istituzioni della Repubblica

Gli organi istituzionali della Repubblica sono:

La Repubblica di San Marino detiene il primato mondiale di Paese con il più breve mandato del Capo di Stato : i due Capitani Reggenti infatti rimangono in carica per soli sei mesi. I Capitani entrano in carica il 1º aprile e il 1º ottobre di ogni anno. Al secondo posto in questo singolare elenco figura un altro Stato confinante con l'Italia: la Svizzera, il cui capo dello Stato ricopre tale incarico per un solo anno.

La Repubblica di San Marino si è dotata di significativi strumenti di democrazia diretta, prevedendo gli istituti del referendum abrogativo, propositivo e confermativo, e dell' Arengo .

Il Palazzo Pubblico di sera
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Organi giudiziari della Repubblica di San Marino .

Il sistema giudiziario è di diritto comune e risente dell'influenza del diritto italiano, che si adegua anch'esso al modello della famiglia romano-germanica. I magistrati giudicanti, ordinari e amministrativi, vengono nominati dal Consiglio Grande e Generale .

Legge fondamentale dello Stato

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Dichiarazione dei diritti dei cittadini e dei principi fondamentali dell'ordinamento sammarinese .

La Dichiarazione dei diritti dei cittadini e dei principi fondamentali dell'ordinamento sammarinese è una Legge dellaRepubblica di San Marino (Legge 8 luglio 1974, n. 59, modificata e integrata dalla Legge 26 febbraio 2002, n. 36) che funge da testo costituzionale.

San Marino infatti non dispone di una vera e propria Costituzione; le fonti del diritto di rango costituzionale sono rappresentati dalle Antiche Consuetudini , dalle Leges Statutae Sancti Marini , gli antichi Statuti del 1600 e dalla legislazione successiva ( reformationes ), entro cui si inserisce la Dichiarazione dei diritti. Il quadro è completato in via sussidiaria e integrativa dalle consuetudini e dal diritto comune .

Cittadinanza sammarinese

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Cittadinanza sammarinese .

La cittadinanza sammarinese è disciplinata dalla Legge 30 novembre 2000 n. 114, e dalla sua successiva modificazione con Legge 17 giugno 2004 n. 84. La Legge stabilisce che sono cittadini sammarinesi per origine:

  1. i figli di padre e madre entrambi cittadini sammarinesi ( ius sanguinis );
  2. i figli di cui un solo genitore è cittadino sammarinese, a condizione che entro il termine perentorio di dodici mesi dal raggiungimento della maggiore età dichiarino di voler mantenere la cittadinanza da questo trasmessa;
  3. i figli di genitore sammarinese se l'altro genitore è ignoto o apolide ;
  4. gli adottati da cittadino sammarinese conformemente alle norme sull'adozione ed ai sensi dei punti precedenti;
  5. i nati nel territorio della Repubblica se entrambi i genitori sono ignoti o apolidi.

Elezioni politiche

Nel paese vige un sistema multipartitico. Nel dopoguerra si sono alternati governi socialcomunisti (dal 1946 al 1957 e dal 1978 al 1986 ) e centristi, formati dal Partito Democratico Cristiano Sammarinese (PDCS) con i socialdemocratici o con i socialisti (dal 1957 al 1978 e dal 1992 al 2000 ). Tra il 1986 e il 1992 la maggioranza è stata formata da democristiani e comunisti .

Dopo il 2000 si è verificato un periodo di instabilità, con frequenti cambi di coalizione che hanno sempre visto presente il PDCS .

Con le elezioni politiche del 2006 , il governo viene formato da una coalizione di centrosinistra che comprende il Partito dei Socialisti e dei Democratici (PSD), Sinistra Unita e Alleanza Popolare dei Democratici Sammarinesi . Il nuovo Congresso di Stato si è insediato il 27 luglio 2006 .

I principali temi politici sono legati ai rapporti economici e amministrativi con l' Italia , all'integrazione nell' Unione europea , alla disciplina della cittadinanza, alle riforme istituzionali al fine di realizzare compiutamente lo Stato di diritto.

Le elezioni politiche del 2008 , indette a seguito della crisi di governo, si sono svolte con la legge elettorale riformata che prevede la competizione politica tra due schieramenti. Ha prevalso, contro la coalizione di centro-sinistra detta Riforme e libertà , composta da Partito dei Socialisti e Democratici, Democratici di Centro e Sinistra Unita, il Patto per San Marino [22] , coalizione composta da partiti di centro-destra ma anche di centro-sinistra ( AP e ilNuovo Partito Socialista ): Partito Democratico Cristiano Sammarinese , Alleanza Popolare dei Democratici Sammarinesi , Lista della Libertà [23] (formata daNuovo Partito Socialista e Noi Sammarinesi ), Unione Sammarinese dei Moderati che compongono il governo che si è insediato il 3 dicembre 2008. Per la prima volta nella storia politica di San Marino, una donna ha assunto la carica di Segretario di Stato per gli Affari Esteri e Politici.

Le successive elezioni politiche del 2012 hanno visto la vittoria della coalizione formata da Partito Democratico Cristiano Sammarinese , Noi Sammarinesi , Partito dei Socialisti e dei Democratici e Alleanza Popolare .

Non avendo raggiunto il 50% + 1 di voti validi durante il primo turno, le elezioni politiche del 2016 hanno visto per la prima volta l'introduzione del secondo turno di ballottaggio, durante il quale ha vinto la coalizione Adesso.sm formata da Sinistra Socialista Democratica , Civico 10 e Repubblica Futura [24] .

Suddivisioni amministrative

Castelli

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Castelli di San Marino .
Castelli di San Marino

La Repubblica di San Marino è suddivisa in nove amministrazioni locali chiamate castelli , ognuna delle quali porta il nome del proprio capoluogo; tali amministrazioni vengono rette da giunte di Castello .

I nove castelli di San Marino sono:

Il centro più popoloso della Repubblica è Dogana , che non è un castello autonomo ma una curazia di Serravalle .

Curazie

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Curazie di San Marino .

Politica estera e relazioni internazionali

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Relazioni bilaterali tra Italia e San Marino .

La Repubblica di San Marino intrattiene relazioni ufficiali con l'Unione Europea ed è membro delle Nazioni Unite , della Banca Mondiale e altre organizzazioni internazionali tra cui: Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (IFRC), Conferenza Europea delle Amministrazioni delle Poste e delle Telecomunicazioni (CEPT), Consiglio d'Europa (COE), Fondo Monetario Internazionale (FMI), Istituto Internazionale delle Scienze Amministrative (IISA), Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura (FAO), Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL), Organizzazione Marittima Internazionale (IMO), Organizzazione Internazionale della Polizia Criminale (Interpol), Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT), Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO), Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE), Unione Postale Universale (UPU), Unione Internazionale delle Telecomunicazioni (UIT).

San Marino partecipa con una propria delegazione parlamentare all'Unione Interparlamentare, all'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa e all'Assemblea Parlamentare dell' OSCE .

Il 13 maggio 1999 San Marino ha aderito allo Statuto di Roma della Corte penale internazionale . San Marino ha aderito nel 1988 al Consiglio d'Europa e ricoperto dal maggio a novembre 2006 la Vice Presidenza del Comitato dei Ministri e dal 15 novembre 2006 all'11 maggio 2007 la Presidenza del Comitato dei Ministri.

Alla data del 7 luglio 2011 San Marino intrattiene relazioni ufficiali con 108 Stati, 98 a livello diplomatico con 12 ambasciate e una rete consolare in quattro continenti [25] . Del tutto peculiari, ovviamente, sono le relazioni bilaterali tra Italia e San Marino .

Nel 2013 si è svolto un referendum per l'eventuale adesione all' Unione europea che però non ha visto raggiungere il quorum [26] necessario per essere convalidato.

Da un punto di vista diplomatico, seguendo la leadership dell' Italia , fa parte del gruppo Uniting for consensus , opponendosi all'aumento dei seggi permanenti nel Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite . [27]

Economia

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Economia di San Marino .

Struttura economica

L'economia è fondata sui settori industria, finanza, commercio e turismo.

La Repubblica, che sino al 2000 poteva contare su un costante avanzo di bilancio, ha affrontato un periodo di recessione che ha reso necessari interventi volti a ridurre il debito pubblico. Nonostante il periodo economico sfavorevole San Marino presenta ancora uno dei più bassi tassi di disoccupazione d' Europa : a ottobre 2019 il tasso di disoccupazione è stato del 3,1% contro il 9,7% italiano e una media europea del 6,3%. [28]

Settore primario

L' agricoltura , fonte economica basilare fino agli anni sessanta, produce vino e formaggi . San Marino deve importare tutta la sua energia dall' Italia . Dalla chiusura della cava del monte Titano non ha più risorse minerarie.

Settore secondario

L'industria è principalmente leggera e legata alla produzione di ceramica , la produzione di francobolli e moneta, principalmente a scopo di collezionismo è svolta dall'Italia per conto terzi.

Francobolli

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Francobolli della Repubblica di San Marino .

La Repubblica emette regolarmente varie serie commemorative, e ha un consistente seguito di filatelisti. I francobolli sono stati a lungo stampati dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato italiano ma si sono avute emissioni stampate dalla tipografia Courvoisier [29] e rappresentavano una consistente fonte di entrate per lo Stato, sia tra gli appassionati collezionisti sia tra i semplici amanti dei souvenir, visto che sono venduti nei negozi di oggettistica. Di recente i francobolli sammarinesi sono stampati dalla società francese Cartor.

Moneta

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Monete euro sammarinesi .
Sanmarino euro.jpg

San Marino adotta l' euro come moneta ufficiale. Correntemente sono distribuite monete coniate in Italia, tuttavia viene pure coniato un limitato quantitativo di monete sammarinesi, aventi soprattutto interesse numismatico . L'azienda autonoma di Stato Filatelica e Numismatica della Repubblica di San Marino (AASFN) ha sede in piazza Giuseppe Garibaldi n. 5.

Gli euro sammarinesi sono coniati dall' Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato italiano, sulla base di accordi internazionali del 1939 e 1991 .

Le monete rappresentano:

  • 2 €: il Palazzo del Governo
  • 1 €: lo stemma dello Stato
  • 50 centesimi: le tre torri
  • 20 centesimi: San Marino
  • 10 centesimi: la basilica
  • 5 centesimi: la Guaita
  • 2 centesimi: Statua della Libertà
  • 1 centesimi: il Montale

In precedenza era adottata la lira sammarinese ma avevano corso legale anche la lira italiana e la lira vaticana .

Ai fini numismatici, dal 1974 viene emesso anche lo scudo sammarinese in oro , avente corso legale unicamente entro i confini nazionali (1 scudo=37,50 euro come valore nominale).

Settore terziario

Le principali attività sono l' intermediazione finanziaria e l' attività bancaria .

Nel 2012 sono stati ospitati oltre 2 milioni di turisti. [30]

Settore pubblico

Sono attive imprese a controllo pubblico nel settore delle costruzioni , dei servizi pubblici , della filatelia e numismatica , della centrale del latte .

Infrastrutture e trasporti

Vista di Borgo Maggiore dalla funivia sammarinese
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Trasporti a San Marino .

La viabilità di San Marino comprende una rete stradale che si sviluppa per circa 220 km e non contempla tratti autostradali . Attraverso la rete sono facilmente accessibili i porti , gli aeroporti e la rete ferroviaria italiani, essendo San Marino priva di una propria rete ferroviaria. In passato vi era una linea ferrata a scartamento ridotto e elettrificata da San Marino fino alla stazione Centrale di Rimini , parzialmente interrotta nel 1944 dai bombardamenti alleati e successivamente dismessa.

La Repubblica di San Marino è servita dall' Aeroporto Internazionale di Rimini e San Marino "Federico Fellini" situato in territorio italiano, ma a pochi chilometri dal confine sammarinese. In località Torraccia esiste un'aviosuperficie ed elisuperficie gestita dall'Aeroclub San Marino. Nel 2001 è stato istituito con apposita legge il Registro aeronautico sammarinese .

Comunicazioni

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Comunicazioni a San Marino .

San Marino dispone di una propria rete telefonica , fissa e mobile. La radiotelevisione di Stato San Marino RTV fa parte dell' Unione europea di radiodiffusione e trasmette due canali radiofonici e un canale televisivo (quest'ultimo in digitale terrestre e su satellite ). Nella Repubblica si stampano tre quotidiani (La Repubblica.SM, La Serenissima e L'informazione), viene pubblicato anche un settimanale di proprietà Anis (ass.Industriali) che si chiama Fixing e un sito web d'informazione quotidiana, GiornaleSM.

Forze armate e di polizia

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Forze armate e di polizia sammarinesi .

La Repubblica possiede un proprio strumento militare, erede delle milizie che per secoli ne hanno garantito l'indipendenza. Oltre alla Guardia del Consiglio Grande e Generale , che attende ai compiti di guardia d'onore , i corpi militari comprendono la Compagnia Uniformata delle Milizie , a cui è aggregata la Banda Militare , la Guardia di Rocca Compagnia di Artiglieria , la Guardia di Rocca Nucleo Uniformato e il Corpo della Gendarmeria ; questi ultimi due, insieme allaPolizia Civile , hanno anche compiti di polizia .

Monumenti e luoghi d'interesse

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Patrimoni dell'umanità di San Marino .

Architetture civili

Palazzo Pubblico

L'attuale palazzo fu costruito tra il 1884 e il 1894. Si affaccia su piazza della Libertà.

Palazzo del Consiglio

Monumenti e statue

La Statua della Libertà è un'opera del 1876 del centese Stefano Galletti , autore anche del busto dedicato a Garibaldi , del 1882, primo esempio celebrativo post mortem dedicato all'Eroe dei due mondi su territorio italiano [31] .

Architetture militari

Torri di San Marino

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Torri di San Marino .
Seconda Torre di San Marino

San Marino Alta dispone di tre nuclei fortificati, definiti "torri", costruiti nel XIV secolo circa, con ampliamenti del XVI secolo.

  • Prima torre : comprende un castello e una chiesa.
  • Seconda torre : comprende un castello con un museo delle armi, delle mura, e una piccola chiesa.
  • Terza torre : è la più piccola e dispone di mura e copertura a tegole.
Basilica di San Marino
Chiesa di San Francesco

Architetture religiose

Santuario del Cuore Immacolato di Maria

Basilica di San Marino

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Basilica di San Marino .

Eretta agli inizi dell'Ottocento, ospita sotto l'altare maggiore parte delle reliquie del santo ritrovate il 3 marzo 1586. Alcune reliquie del santo sono state donate il 28 gennaio 1595 all'isola di Arbe in Dalmazia, città natale del santo. Il busto reliquario in argento e oro disposto alla destra dell'altare conserva il cranio del santo dal 2 settembre 1602.

Chiesa di San Pietro

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Chiesa di San Pietro (San Marino) .

Ospita, secondo quanto vuole la leggenda, i giacigli, ricavati nella roccia, di San Marino e San Leo.

Chiesa e Convento di San Francesco

La Chiesa di San Francesco è una chiesa di città di San Marino. Il convento annesso e la chiesa inizialmente avevano sede a Murata , presso la città di San Marino, ma poi papa Clemente VII concesse lo spostamento della chiesa e del convento nella città di San Marino perché a Murata c'era pericolo di incursioni dei Malatesta .

La costruzione venne cominciata nel 1351 e terminata verso il 1400, per la costruzione furono usati i materiali della chiesa e del convento soppresso. Il rosone fu coperto nel Seicento ma è stato riportato alla luce nell'ultima ristrutturazione eseguita da Gino Zani che l'ha riportata in gran parte alle linee originarie. Alla costruzione parteciparono maestranze sia sammarinesi sia comacine. Infatti, vi figurano i nomi di Mastro Battista da Como e Mastro Manetto Sammarinese. Nel chiostro si trova la tomba del vescovo Marino Madroni, vissuto nel Quattrocento che apparteneva ai frati Minori Conventuali. Nell'attiguo Museo San Francesco sono conservate tele del Guercino e di Raffaello .

Chiesa dei Cappuccini

Si trova al di fuori della terza cinta muraria, a breve distanza da Porta Nuova. Risale al secolo XVI ed è costruita secondo uno stile architettonico essenziale e armonioso. Un'ampia scalinata delimitata da una balaustra conduce al portico formato da cinque archi a tutto sesto, sostenuti da esili pilastri quadrangolari. Al centro della facciata, una vetrata policroma mostra l'immagine di Quirino , il santo al quale è dedicata la chiesa. Sul tetto a capanna s'innalza una croce di ferro battuto. Un elemento caratteristico della struttura è la grande croce di pietra a sinistra della scala. Sotto il portico si apre un portale sul quale è incisa la data del 1549, anno in cui fu costruita la cappella originaria. Internamente la chiesa presenta una navata centrale, fiancheggiata a sinistra da due cappelle, una delle quali è dedicata alla Madonna di Lourdes .

Il soffitto è a volta con piccole vele laterali. Nello spazio dell'abside, sopra un antico e prezioso tabernacolo di legno e d'avorio, un grande dipinto di Taddeo Zuccari narra l'evento della deposizione di Gesù. Un piccolo chiostro con un elegante loggiato collega la chiesa al convento dei Cappuccini. In fondo, sopra i vecchi tetti del complesso, si eleva un esile campanile a vela. Dal 1928, nel piazzale davanti alla chiesa, s'innalza un monumento dedicato a San Francesco, opera dello scultore Edoardo Collamarini : una colonna di pietra regge un' edicola alta e slanciata, aperta sui quattro lati, contenente la statua bronzea di San Marino, scolpita da Silverio Monteguti . I sammarinesi vollero costruire la chiesa per ricordare l'episodio di Fabiano da Monte San Savino , che il 4 giugno 1543 tentò senza riuscirvi di occupare la Repubblica partendo da Rimini .

Sotto il portico, una lapide ricorda un altro importante evento storico: il 31 luglio 1849 Giuseppe Garibaldi , inseguito dagli austriaci, si rifugiò a San Marino. Proprio dalla gradinata della chiesa sciolse il suo esercito, lasciando liberi i soldati con la facoltà di proseguire nella fuga e di raggiungere le proprie case. Inizialmente, sul luogo esisteva una piccola cappella che, tra la fine del Seicento e l'inizio del Settecento, fu trasformata nell'attuale chiesa. La dedica a San Quirino, incisa sull'architrave, è forse l'unico elemento rimasto dell'edificio originario.

Monastero delle Clarisse

Inaugurato nel 1609 il monastero di clausura di Santa Chiara oggi è completamente ristrutturato e ospita i locali dell' Università di San Marino e il Museo dell'Emigrante .

La fondazione della comunità è stata progettata nel XVI secolo dai cittadini sammarinesi che la desiderarono quale luogo di preghiera per il bene spirituale della Repubblica e anche per la formazione e istruzione delle giovani che, com'era usanza a quei tempi, venivano affidate alle monache per essere da loro preparate alla vita sociale. Fin dal 1560 circa ebbe inizio la costruzione in mezzo a tante difficoltà materiali ed economiche; le parti più antiche del vecchio edificio, scolpite sulla roccia a colpi di scalpello, mostrano ancora oggi l'impegno tenace con cui i concittadini vollero costruire l'opera.

Solo nel 1609 le prime sorelle, giunte dal Monastero di Castel Durante ( Urbania ) nell'esultanza di tutto il popolo, vi si stabilirono e subito la comunità accolse numerose vocazioni. Grazie alla sua ubicazione in terra sammarinese, il monastero non subì le varie soppressioni che colpirono molte comunità in Italia e ha avuto vita ininterrotta fino a oggi [32] .

Dal 1971 le clarisse si sono trasferite nel nuovo convento a Valdragone .

È ancora possibile visitare il giardino che ospitava le monache nei loro momenti di ristoro.

Cultura

Istruzione

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Istruzione a San Marino .

Istituzioni universitarie e scientifiche

Tra le istituzioni universitarie e scientifiche, quelle di più alto livello sono l' Università degli Studi della Repubblica di San Marino [33] e l' Istituto Musicale Sammarinese [34] . La Scuola Superiore di Studi Storici di San Marino è stata fondata nel 1988 , prima attività dell'Università di San Marino , e avviata dalla lezione inaugurale tenuta il 30 settembre 1989 da Eugenio Garin .

Musei

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Musei di San Marino .
Le tre rocche
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Torri di San Marino .
Le tre rocche sul monte Titano

Di importante interesse storico e culturale sono le tre celebri rocche che sorgono sui punti più alti del monte Titano , simboli della Serenissima Repubblica. La "Rocca Guaita" (prima torre) eretta nell'XI secolo ospita una Cappella eretta in onore di Santa Barbara. La "Rocca Cesta (seconda torre)" costruita nel XIII secolo sul punto più alto della montagna precede la terza e la più piccola delle tre torri, il "Montale".

Museo di Stato

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Museo di stato di San Marino .

La Repubblica dispone presso il palazzo Pergami di un Museo di Stato che espone opere pregevoli e famose, prima fra tutte il “Polittico di San Marino” del pittore rinascimentale di scuola forlivese Francesco Menzocchi , già custodito nell'antica pieve di San Marino. Sono inoltre esposte opere del Guercino , di Pompeo Batoni , di Elisabetta Sirani , di Stefano Galletti , di Michele Giambono , di Baccio Bandinelli , di Tiburzio Passerotti e di Bernardo Strozzi .

Museo e pinacoteca San Francesco

Il Museo di San Francesco è un museo statale ubicato nella Chiesa di San Francesco.

Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea (San Marino) .

La Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea venne aperta nel 1956 con le Biennali di San Marino.

Arte rinascimentale

Tra gli artisti rinascimentali sammarinesi celebri spicca la figura dell'architetto Giovanni Battista Belluzzi (1506-1554), detto il Sanmarino, che lavorò a Firenze al servizio di Cosimo I de' Medici e alle fortificazioni, ai cui lavori offri la sua disponibilità anche per la Repubblica di San Marino.

Arte contemporanea

Tra le ore 19 e le 19:30 del 19 giugno 2002 l'artista bosniaca Šejla Kamerić , con il patrocinio dellaPolizia Civile , la Gendarmeria della Repubblica di San Marino e la Polizia Municipale del Comune di San Leo, ha fatto fisicamente chiudere per mezz'ora con delle transenne il confine di Stato tra Confine (curazia del castello di Chiesanuova ) e l'italiana San Leo come espressione artistica dal titolo Closing the border, welcome to the ancient land of freedom , all'interno del progetto sanmarinosarajevo [ collegamento interrotto ] , per denunciare la difficile situazione che, anche dopo la fine della guerra, devono sopportare i cittadini bosniaci per poter uscire dal proprio Paese. È stato il primo confine di Stato chiuso da un'artista e non dalle autorità competenti. [35]

Produzione letteraria

Una certa produzione letteraria sammarinese si afferma nel XIX secolo con Marino Fattori e nel XX secolo, con Pio Chiaruzzi , scrittore e politico.

Musica

Dal 2008 la Repubblica di San Marino ha più volte partecipato allʼ Eurovision Song Contest (2008, 2011-2019) selezionando anche artisti non sammarinesi: Senhit , Michele Perniola , Serhat , Jimmie Wilson, Jessika Muscat e Jenifer Brening. Gli unici artisti autoctoni ad aver rappresentato il piccolo Stato sono stati il gruppo Miodio , Valentina Monetta e Anita Simoncini . Inoltre, anche il cantante Little Tony era sammarinese. Altra artista importante è Monica Hill [36] .

Festività

Data Nome Spiegazione
1º gennaio Capodanno Festa che celebra l'apertura del nuovo anno
6 gennaio Epifania Manifestazione della divinità di Gesù
5 febbraio Festa di sant'Agata e di Liberazione della Repubblica Festa di Sant'Agata compatrona della Repubblica e Liberazione dall' occupazione alberoniana
variabile [nota 1] Pasqua Risurrezione di Gesù
variabile [nota 2] Lunedì dell'Angelo Lunedì di Pasqua, Pasquetta
25 marzo Anniversario dell'Arengo Anniversario dell' Arengo del 1906 e festa delle milizie
1º aprile Cerimonia di insediamento Cerimonia di investitura dei nuovi eccellentissimi capitani reggenti
1º maggio Festa dei lavoratori Festa dei lavoratori
variabile [nota 3] Corpus Domini Solennità del Corpo e Sangue di Cristo
28 luglio Festa della Liberazione dal fascismo Caduta del Partito Fascista Sammarinese il 28 luglio 1943
15 agosto Ferragosto Assunzione della BV Maria
3 settembre Festa di San Marino e della fondazione della Repubblica Festa di San Marino e ricorrenza della fondazione della Repubblica nel 301 da parte di San Marino
1º ottobre Cerimonia di Insediamento Cerimonia di investitura dei nuovi capitani reggenti
1º novembre Ognissanti Festa dedicata ai santi
2 novembre Commemorazione dei defunti Commemorazione dei defunti
8 dicembre Immacolata Concezione Ricordo di come la BV Maria sia stata preservata immune dal peccato originale
24 dicembre Vigilia di Natale Vigilia della Nascita di Gesù
25 dicembre Natale Nascita di Gesù
26 dicembre Santo Stefano Primo martire cristiano
31 dicembre vigilia di capodanno Festa che celebra la chiusura dell'anno
  1. ^ Pasqua : prima domenica successiva al primo plenilunio dopo l' equinozio di primavera
  2. ^ Pasquetta : lunedì successivo alla Pasqua
  3. ^ Corpus Domini : il primo giovedì dopo la solennità della Santissima Trinità

Santi patroni

I santi patroni della Repubblica di San Marino sono san Marino diacono , san Quirino e sant'Agata . I tre santi sono raffigurati sulla facciata del Palazzo Pubblico al di sopra dell'orologio.

Sport

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Sport a San Marino .

Il Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese aderisce al CIO e quindi partecipa ai Giochi Olimpici. Inoltre, con altri piccoli Stati europei, ha dato vita ai Giochi dei piccoli stati d'Europa . San Marino partecipa ai Giochi del Mediterraneo .

Calcio

Il calciatore sammarinese Massimo Bonini , campione d'Italia, continentale e del mondo a livello di club con la Juventus

LaFederazione Sammarinese Giuoco Calcio organizza il Campionato Sammarinese , il cui vincitore oltre a potersi fregiare del titolo di Campione di San Marino ottiene la qualificazione ai turni preliminari della UEFA Champions League , mentre la seconda classificata accede ai preliminari della UEFA Europa Conference League . La FSGC organizza anche un torneo nazionale, la Coppa Titano , la cui vittoria dà l'accesso ai preliminari della UEFA Europa Conference League , e una supercoppa, la Supercoppa Sammarinese . Inoltre nella Repubblica è anche presente il San Marino Calcio , squadra che dal 1959 prende parte a diversi livelli del Campionato italiano di calcio , arrivando anche a disputare la Lega Pro , terza divisione calcistica. I migliori risultati ottenuti dai club sammarinesi sono la vittoria per 1-0 da parte della Società Polisportiva Tre Penne ai danni dello Širak , prima e tutt'ora unica vittoria in Champions, e il passaggio del turno in Europa League del Tre Fiori Football Club ai danni dei gallesi del Bala Town .

La Nazionale di calcio di San Marino disputa gare internazionali dal 1986 e ha detenuto per quasi 23 anni uno speciale record: il 17 novembre del 1993 il calciatore sammarinese Davide Gualtieri realizzò una rete contro laNazionale inglese dopo appena 8,3 secondi dall'inizio della partita. Il record sarà battuto dal belga Christian Benteke che il 10 ottobre 2016 segnò una rete alla Nazionale gibilterrina dopo 8,1 secondi dal fischio d'inizio. Il calciatore sammarinese Massimo Bonini , partendo dalle giovanili dell' Associazione Calcio Juvenes/Dogana , raggiunse numerosi successi con la Juventus tra i quali il campionato italiano di Serie A , la Coppa dei Campioni e la Coppa Intercontinentale , vestendo 19 volte la maglia della Nazionale sammarinese ed essendo ritenuto lo sportivo più rappresentativo nel Paese. [37]

Nel 2019 San Marino ha ospitato, affiancando l'Italia, la 22ª edizione del Campionato europeo di calcio Under-21 ; le gare in territorio sammarinese si sono disputate al San Marino Stadium di Serravalle.

La squadra femminile San Marino Academy ha partecipato al campionato italiano femminile di serie A 2020-2021 .

Motori: Formula 1, motomondiale, motocross e rally

Per quanto riguarda i motori, tra il 1981 e il 2006 si è disputato il Gran Premio di Formula Uno di San Marino presso l' Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola , in Italia. Nel 2020 , a seguito degli sconvolgimenti nel calendario causati dalla pandemia di COVID-19 , la Formula Uno torna straordinariamente a correre a Imola, ma in questa occasione l'evento si chiamerà Gran Premio dell'Emilia-Romagna .

Dal 2007 si è tornato a disputare il Gran Premio di San Marino del Motomondiale (per la prima volta anche nella categoria MotoGP ) all'autodromoMisano World Circuit Marco Simoncelli di Misano Adriatico , in Italia. Il motociclista sammarinese Manuel Poggiali ha vinto il motomondiale classe 125 nel 2001 e classe 250 nel 2003. Ciò gli è valso la Medaglia d'oro di prima classe, massima onorificenza della Repubblica. Il motociclista Alex De Angelis partecipò ininterrottamente dal 1999 al 2020 al motomondiale in diverse classi.

Nella Repubblica, in località Borgo Maggiore, è presente una pista da motocross nominata " Baldasserona ", nota per aver ospitato gare europee e mondiali; la pista è stata gestita dall'ex pilota e campione di motocross classe 500 Guido Mazza dal 2002 al 2017. Col tempo si è evoluta aumentando l'offerta con un piccolo percorso asfaltato.

Nel 2006 San Marino è stato il primo Paese al mondo ad organizzare una gara riconosciuta dalla FIA denominata Ecorally e riservata a veicoli ad energie alternative, una competizione alla quale possono partecipare tutti coloro che possiedono un veicolo alimentato da combustibile ecologico. La particolarità della manifestazione è che collega tre stati: Città del Vaticano, Italia e Repubblica di San Marino. Inizialmente la gara si svolgeva nel mese di ottobre, ora nel mese di maggio e dall'anno 2009, gara nella gara, si svolge contemporaneamente anche l'Ecorally Press, riservata agli operatori dell'Informazione.

Il pilota sammarinese Manuel Poggiali , due volte campione del mondo di motociclismo

Ogni anno, nel periodo di ottobre, si svolge la manifestazione rallystica chiamata RallyLegend durante la quale si possono ammirare tante vetture di interesse storico comprese quelle del Gruppo B .

Baseball

Nella Repubblica del Titano è ben conosciuto anche il baseball , al punto che la Nazionale di baseball di San Marino ha preso parte per ben due volte al Campionato europeo raggiungendo il 5º posto nel 1971 e il 6° nel 1985. A Città di San Marino ha sede anche il San Marino Baseball Club , il quale partecipa al campionato italiano di baseball con ottimi risultati militando in serie A1 : ha conseguito quattro volte il titolo di Campione d'Italia vincendo le Italian Baseball Series negli anni 2008, 2011, 2012 e 2013, nonché due volte la Coppa Italia . Grazie a una speciale regola, la squadra partecipa in maniera permanente alla Coppa Europa (competizioni riservata alle vincitrici dei vari campionati nazionali) in qualità di unico rappresentante del suo Stato, sebbene militi in un campionato straniero. La regola fu applicata anche quando la squadra, dopo la retrocessione, militò in serie A2. Facendo un parallelismo con il calcio, se tale regola valesse in ambito UEFA al Monaco sarebbe assicurata la perpetua partecipazione alla Champions League . In quest'ultima competizione la società sammarinese ha trionfato tre volte, riuscendo nell'impresa di portare il titolo di Campione d'Europa all'ombra del Titano. Il principale impianto sportivo adibito al baseball è lo Stadio di baseball di Serravalle , dotato di 1.500 posti a sedere.

Tennis

Dal 1988 viene organizzato a San Marino un importante torneo di Tennis , l' Open di San Marino , che dal 1989 al 2000 ha fatto parte del circuito ATP International Series mentre ora fa parte dell' ATP Challenger Tour . Le edizioni dal 2015 al 2019 non sono state disputate per mancanza di sponsor ma dal 2020 è stato nuovamente inserito nel circuito. Il tennista Domenico Vicini nel 2008 ha raggiunto nella categoria del doppio la finale del Genoa Open Challenger , risultando quindi il primo sammarinese a rientrare nel Ranking ATP occupandone il 652º posto nel 2009. Dal 1993 la Squadra sammarinese partecipa alla Coppa Davis , posta sotto l'egida della Federazione Sammarinese Tennis .

Pallacanestro

La Nazionale sammarinese di pallacanestro nel corso della propria storia ha conquistato una medaglia d'oro, una d'argento e tre di bronzo ai Campionati europei FIBA dei piccoli stati e due medaglie di bronzo ai Giochi dei piccoli stati d'Europa .

Dal 28 luglio al 2 agosto 2020 la Repubblica ospiterà gli Europei Under 18 Divisione C.

Rugby

Dal 2004 è attivo un club di rugby a 15 che si chiama Rugby Club San Marino .

Tiro a volo

La Nazionale di San Marino ha conquistato due medaglie di bronzo ai Campionati mondiali di tiro 2010 . Ai Giochi olimpici di Londra 2012 la sammarinese Alessandra Perilli ha concluso al quarto posto la gara di tiro , miglior risultato di un rappresentante di San Marino ai Giochi olimpici [38] fino ai Giochi olimpici di Tokyo 2020 quando, il 29 luglio 2021, conquista una storica medaglia di bronzo, la prima alle Olimpiadi per la Repubblica sammarinese.

Wrestling

Il 26 giugno 2019 durante i giochi europei di Minsk Amine Myles Nazem ha ottenuto una storica medaglia di bronzo nel wrestling.

Futsal

San Marino ospita inoltre un campionato di calcio a 5, esso inoltre ha anche una nazionale di calcio a 5 che però non ha mai avuto importanti risultati in ambito internazionale.

Cucina

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Cucina sammarinese .

La cucina sammarinese è simile a quella italiana, maggiormente delle regioni contigue, cioè emiliana, romagnola e marchigiana, ed è spesso basata, in generale, sulla dieta mediterranea. Alcuni dolci tipici sono la torta Tre Monti e la torta Titano .

Ambiente

Divieto di sperimentazione animale

Dal 3 ottobre 2007, sulla spinta dell' Associazione sammarinese protezione animali (APAS), San Marino ha vietato la sperimentazione animale nel suo territorio, [39] [40] risultando così il terzo Stato ad abolire per legge tale pratica scientifica, dopo la Germania nel 1933 [41] e il Liechtenstein nel 1989.

Note

  1. ^ Popolazione residente per castello - UPECEDS ( PDF ), su statistica.sm .
  2. ^ Nel 1291 San Marino venne riconosciuto dallo Stato Pontificio e nel 1815 in seguito al Congresso di Vienna venne riconosciuto internazionalmente.
  3. ^ ( EN ) Population growth rate , su CIA World Factbook . URL consultato il 2 giugno 2018 .
  4. ^ È coniato anche lo scudo sammarinese , ma è utilizzabile solo a fini numismatici a San Marino.
  5. ^ [1]
  6. ^ Dall' Italia e dalla Città del Vaticano (numerazioni TIM San Marino , Telnet , TMS ).
  7. ^ Prefisso internazionale.
  8. ^ Popolazione residente per castello al 31 marzo 2019 ( PDF ), su UPECEDS . URL consultato il 2 giugno 2019 .
  9. ^ Statistiche demografiche San Marino 2021 ( PDF ), su statistica.sm .
  10. ^ Iscrizione tra i patrimoni dell'umanità
  11. ^ Scheda UNESCO
  12. ^ Dizionario enciclopedico universale, 1997
  13. ^ La leggenda di San Marino, leggenda sammarinese, origini San Marino
  14. ^ Leges statutae Reipublicae Sancti Marini , Forolivii, ex Casaliano Typographeo, 1834.
  15. ^ Verter Casali, Il delitto Bonelli: storia di un omicidio politico , Cosmo, San Marino 1992
  16. ^ Fascismo a San Marino , su www.storiaxxisecolo.it . URL consultato il 6 settembre 2017 .
  17. ^ Da oggi stemma e bandiera di San Marino riconosciuti e tutelati in tutto il mondo - SanMarinoWorld.sm Archiviato il 10 gennaio 2012 in Internet Archive .
  18. ^ [2]
  19. ^ Giunte di Castello , su Segreteria di Stato per i Rapporti con le Giunte di Castello (archiviato dall' url originale il 7 ottobre 2007) .
  20. ^ Calendario Atlante De Agostini 2013
  21. ^ Scheda paese Repubblica di San Marino [ collegamento interrotto ] , su esteri.sm , Segreteria di Stato Affari esteri, luglio 2012, p. 5.
  22. ^ Patto per San Marino , su pattopersanmarino.sm (archiviato dall' url originale il 1º dicembre 2008) .
  23. ^ Lista della Libertà
  24. ^ San Marino: la Dc perde le elezioni, vince Adesso.Sm - Emilia-Romagna , in ANSA.it , 4 dicembre 2016. URL consultato il 12 febbraio 2017 .
  25. ^ Missioni diplomatiche di San Marino
  26. ^ Referendum, San Marino dice no all'ingresso nell'Unione Europa - il Resto del Carlino - Rimini
  27. ^ ONU: San Marino appoggia "Uniting for Consensus" , su smtvsanmarino.sm , 23 settembre 2005. URL consultato il 5 luglio 2017 .
  28. ^ San Marino - Lavoro e disoccupazione - Upeceds , su www.statistica.sm . URL consultato il 21 gennaio 2020 .
  29. ^ Dizionario Postale e Filatelico Italiano , su accademiadiposta.it . URL consultato il 12 aprile 2012 .
  30. ^ Camera di Commercio di San Marino , su cc.sm . URL consultato il 17 giugno 2013 .
  31. ^ Successivamente, escludendo il territorio sammarinese, il primo fu nel 1883 ad opera di Tullo Golfarelli a Cesena e sempre ad opera sua, il primo monumento dedicato a Garibaldi nel 1884, a Cesenatico dopo aver ricevuto l'incarico due anni prima
  32. ^ SORELLE POVERE - Monastero di S.Chiara - RSM , su www.sorellepovere.sm . URL consultato il 25 marzo 2020 .
  33. ^ Università degli Studi di San Marino
  34. ^ Sito dell'Istituto Musicale Sammarinese
  35. ^ Closing the border, benvenuti nell'antica terra della libertà
  36. ^ https://www.smstrumentimusicali.it/monica-hill-da-saranno-famosi-ai-palchi-di-tutto-il-mondo/
  37. ^ Eros Bologna, Investire sui giovani e le strutture ( PDF ), in Panorama Sport , Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese, luglio 2020 [2019] , p. 7.
  38. ^ Il sogno infranto di San Marino, Alessandra Perilli – Sportitalia , su giornale.sm . URL consultato il 18 agosto 2017 (archiviato dall' url originale il 31 ottobre 2012) .
  39. ^ Leggi sammarinesi a difesa degli animali , su Associazione sammarinese protezione animali . URL consultato il 23 novembre 2015 (archiviato dall' url originale il 24 novembre 2015) .
  40. ^ Legge 3 ottobre 2007 n. 108 - Disposizioni sul divieto di sperimentazione animale nella Repubblica di San Marino , su Associazione sammarinese protezione animali . URL consultato il 23 novembre 2015 (archiviato dall' url originale il 24 novembre 2015) .
  41. ^ A tal proposito si veda la voce Diritti degli animali nella Germania nazista

Bibliografia

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni

Scheda paese

Istituzioni

Educazione

Controllo di autorità VIAF ( EN ) 314808075 · LCCN ( EN ) n81117285 · GND ( DE ) 4051524-2 · BNF ( FR ) cb11976101c (data) · NDL ( EN , JA ) 00570170 · WorldCat Identities ( EN ) lccn-n81117285
San Marino Portale San Marino : accedi alle voci di Wikipedia che trattano di San Marino